ISTITUTO LICETI e ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI di Rapallo

a 140 anni dalla nascita

ricordano l’impresa di  GUGLIELMO MARCONI

nel Golfo del Tigullio.

Giovedì 24 Aprile 2014, nell’auditorium del nostro Istituto si è svolta una manifestazione commemorativa dell’impresa di Marconi che, 80 anni fa, nel Luglio 1934, lo portò ad effettuare una dimostrazione pratica di quella che viene considerata la nascita della radionavigazione.
L’impresa fu compiuta nel golfo del Tigullio navigando nave Elettra da S. Margherita Ligure a Sestri Levante.

La manifestazione, organizzata dal nostro Istituto in collaborazione con la sezione Radioamatori di Rapallo, che per l’occasione festeggia anche i 30 anni della fondazione della sezione rapallese, ha avuto il clou quando in teleconferenza è intervenuto dalla sede dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA/ESTEC) di Noordwijk in Olanda, l’ing. Marco Falcone System Manager del Programma Satellitare Galileo.
L’ing. Falcone, nativo di Sestri Levante e quindi sempre disponibile a partecipare agli eventi che si svolgono nel Tigullio e che ricordano la figura di Guglielmo Marconi, ha illustrato ai presenti che cos’è e come sta procedendo il Programma Galileo, cioè il nuovo sistema di radionavigazione satellitare europeo che andrà a sostituire il GPS americano.

Nell’occasione sono stati presentati all’ing. Falcone i 6 studenti della classe V^ TIE che a fine Maggio, accompagnati dal Prof. Agostino Gigliucci parteciperanno ad uno stage all’ESA/ESTEC di Noordwijk. Durante lo stage gli studenti avranno occasione di verificare le competenze acquisite nel campo della comunicazione satellitare e nel contempo di avere un’esperienza motivante e formativa sulle innovazioni sperimentate nel centro. Lo stage, prevede un seminario inerente lo sviluppo delle telecomunicazioni satellitari, le problematiche della messa in orbita dei satelliti, il volo spaziale e la navigazione satellitare, alla fine dello stage, riceveranno un attestato che potranno inserire nel loro curriculum vitae.
Anche i rappresentanti dei Radioamatori hanno illustrato la funzione della loro associazione e l’utilità in ambito alla protezione civile e dalla stazione radio installata per l’occasione hanno dato dimostrazioni ai presenti di cosa significa parlare via radio con interlocutori che sono lontani migliaia di chilometri utilizzando le sole onde radio.

La buona riuscita della manifestazione si deve al Prof. Agostino Gigliucci del nostro Istituto e al Sig. Roberto Traverso dell’ARI di Rapallo, che in sinergia hanno lavorato per organizzare l’evento, ma anche e soprattutto al DS dell’istituto Mariabianca Barberis, che li ha appoggiati e che si dimostra sempre molto sensibile a tutte le iniziative volte ad avvicinare la scuola al territorio.

Il Secolo XIX del 25 Aprile 2014 (sopra)