Introduzione

Buongiorno a tutti,

ed ecco che la Primavera finalmente è giunta. Bene speriamo che le giornate siano più tiepide, che la pioggia sia un ricordo ma che soprattutto con le giornate di luce più lunghe ci sia più spazio per tutti noi per fare quelle piccole cose che nell’inverno non abbiamo avuto voglia e tempo di fare. A cosa mi riferisco? Naturalmente a tutti quei lavoretti che, con le giornate piovose e buie, non abbiamo voglia di fare.

Eccoci dunque arrivati al periodo della manutenzione e del rinnovamento della stazione.

Chi di voi aspettava la buona stagione per tirare giù antenna, fare un po’ di manutenzione e cercare di togliere quei piccoli problemi di taratura che ci hanno assillato tutto l’inverno? Chi aspettava il bel tempo per mettere su la verticale per le bande basse? Ebbene, ora ci siamo e possiamo fare tutto questo. A proposito, c’è qualcuno che deve rinnovare il parco antenne, che vuole aggiungere qualcosa e aumentare l’alluminio sul tetto? Bene fatemelo sapere e cercherò la prossima volta di aggiungere qualche foto sulla newsletter.

Già qualcuno dei nostri soci si è portato avanti e ha cominciato a fare dei discreti cambiamenti, tutto naturalmente nell’ottica di dare maggior sicurezza all’impianto e non rischiare con giornate ventose. Infatti già da un po’ di anni il clima si è trasformato e sembra di essere ai tropici con venti che sfiorano i 150 km orari e piogge quasi monsoniche.

La scorsa volta vi accennavo al fatto delle spedizioni e, sembra farlo apposta, proprio in settimana si discuteva con un po’ di amici proprio su questo argomento e sulle reali richieste, da parte di gruppi internazionali, di operatori per partecipare ad attivazioni ma, e c’è un ma, anche sulle difficoltà che esistono, prime fra tutte, le spese da affrontare per fare parte di questo ristretto gruppo di persone. Questo perché i viaggi per andare e tornare in questi posti remoti, sono spesso molto costosi, mettiamoci in più il trasporto delle numerose casse con apparecchiature e tutto il necessario, insomma una quantità di cose impressionante e che naturalmente ha dei costi enormi trasportare.

Per avere successo in queste spedizioni bisogna avere sicuramente una buona disponibilità economica, o avere dei buoni finanziatori, ed essere persone decise, abili ma soprattutto adattarsi a tutte quelle situazioni, anche difficili, che spesso vengono a crearsi e alle quali bisogna rispondere prontamente e con decisione.

Ma ora una nota stonata. Già lo scorso mese mi è stato difficile parlare dei nostri soci che ci hanno lasciato e, purtroppo, anche questa volta mi duole ricordare la scomparsa dell’amico Luciano IW1PUE che ci ha lasciati in maniera così veloce ed inaspettata lasciandoci tutti sgomenti.

Voglio però ricordarlo al microfono mentre risponde al pile up come IY1MR attorniato da bambini curiosi ed attenti durante un Marconi Day. Caro Luciano ci mancherai.

X