“…SOLO LA RADIO CI PUO’ SALVARE…”.

Questa frase, pronunciata dal Comandante Umberto Nobile durante il naufragio del dirigibile Italia sulla banchisa polare, sintetizza la straordinaria efficacia di questo strumento durante qualunque situazione di emergenza. Sempre riferendosi a questo tragico episodio su proprio un radioamatore a ricevere l’ S.O.S. dalla celeberrima “Tenda Rossa” contribuendo in modo determinante ai soccorsi.

Ai nostri giorni, malgrado l’ evoluzione tecnologica in atto e gli strumenti di comunicazioni personali che

abbiamo a disposizione (es. il telefono cellulare) il ricetrasmettitore rimane uno strumento indispensabile, se non ‘unico’, per gestire le comunicazioni di emergenza in quanto ad affidabilità, flessibilità e copertura del territorio. Proprio in questa ottica la ns. Sezione ha attivato un ponte ripetitore alimentato a pannelli solari, e quindi utilizzabile anche quando dovesse mancare l’ energia elettrica e posizionato in modo da coprire adeguatamente il nostro territorio.

Inoltre, sempre nella logica di intervento in casi di notevole difficoltà e distante dal nostro territorio, l’ attrezzatura della Sezione destinata alla Protezione Civile è composta anche da gruppi elettrogeni, ponte radio mobile, rtx portatili, antenne, ecc.

gruppo di partecipanti ad una esercitazione di P.C. organizzata da Comune di Rapallo nel Luglio 1998